CIP GARDEN . Via Varesina, 279 . 22100 Como . T +39 031 525557

La Farfalla Killer del Geranio

16 Giu

La farfalla killer del geranio

La Farfallina del Geranio è di origine sudafricana e da qualche anno è diventata una vera calamità per i nostri gerani.

 È riuscita a svilupparsi rapidamente in Italia perché nel nostro paese non ci sono i suoi limitatori naturali presenti invece nelle zone di origine. 

La cacyreus m. è di colore bruno con frange bianche nella parte superiore e macchie grigio e marrone chiaro nella parte inferiore.

Le femmine depongono le uova, bianche o giallo chiaro di circa mezzo millimetro, sui boccioli, sui fiori o sulle foglie. 

Le uova si schiudono a 21°C e fuoriescono le larve di colore giallo/verde con una striscia lilla sul dorso, ricoperta di una fitta peluria. Le larve iniziano subito a nutrirsi della superficie della pianta, si introducono all’interno dei fusticini dove continuano a divorarla.

Alla fine del penultimo stadio, le larve fuoriescono dall’interno dei fusti scavando un passaggio vicino agli internodi. Nell’ultimo stadio si nutrono dei fiori, delle foglie e dei germogli fino a che diventano “crisalide”. Questo può avvenire sulla pianta e nel terriccio. Il tempo necessario per trasformare la crisalide in farfalla varia dagli 8 ai 15 giorni.

 Il ciclo biologico della Farfallina del Geranio dipende dalla temperatura, con 20°C si completa in 60 giorni, mentre con 30°C si completa in 30 giorni. Le specie di geranio più colpite sono lo zonale e il peltatum (edera e parigino).

Non essendoci in Italia limitatori naturali di questo parassita, l’unica possibilità di debellarlo è ricorrere a insetticida. L’ideale è intervenire già all’inizio della primavera soprattutto nei casi in cui il problema si sia già manifestato l’anno precedente.

Leave a Reply

snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake snowflake